Autorecupero Edilizio

L’AUTO-RECUPERO EDILIZIO

Per autorecupero si intende un processo edilizio che prevede l’affidamento dei lavori di ristrutturazione di un immobile agli stessi assegnatari che prestano la loro opera in cantiere mettendo a disposizione un monte ore lavorativo [Esperienze di cittadinanza comune: l’autorecupero di Alessandra Ruggero]. Consiste quindi nel recupero di edifici abbandonati tramite la manutenzione, il restauro e la promozione di cantieri sociali aperti, l’utilizzo di tecniche eco-sostenibili e la creazione di corsi di formazione e workshop relativi all’ambito edile. Strumento e obiettivo essenziale del lavoro di auto-recupero è la partecipazione attiva, che coinvolga i singoli interessati ed in primis i futuri abitanti dell’edificio, sostenendoli e accompagnandoli nel percorso di ricostruzione.

L’auto-recupero edilizio diventa uno spazio-cantiere il cui obiettivo è promuovere l’interazione, la partecipazione e la collaborazione dei cittadini fra di loro e con il proprio territorio, stimolando il lavoro di rete, lo scambio di conoscenze e la valorizzazione del territorio e delle sue risorse. Il cantiere diventa, in questo modo, un punto di riferimento come spazio di aggregazione sociale, partecipazione e promozione culturale aperta a qualsiasi tipo di iniziativa.

(altro…)

Riunione dell’associazione – 1° marzo 2017

La prossima riunione dell’associazione è convocata per domani, mercoledì 1° marzo, alle ore 21.15 presso la sede degli Anelli Mancanti, in via Palazzuolo 8.

All’ordine del giorno:

  • workshop di autorecupero e autocostruzione in pisè: organizzazione finale
  • ISF Italia: resoconto assemblea nazionale di Firenze del 18-19 febbraio
  • climate change e processi costieri: aggiornamenti
  • varie ed eventuali

La partecipazione è aperta a tutti gli interessati!!

Vi aspettiamo!